Privacy Policy Fotografia del bisogno: la parola alla Caritas - MediaPress
venerdì , 15 Ottobre 2021
Home / Rubriche / Fotografia del bisogno: la parola alla Caritas

Fotografia del bisogno: la parola alla Caritas

In Italia, anche a causa del coronavirus, aumentano i poveri. Il nuovo rapporto di Caritas Italiana dal titolo “Gli anticorpi della solidarietà”, pubblicato in occasione della Giornata mondiale di contrasto alla povertà, cerca di restituire una fotografia dei gravi effetti economici e sociali dell’attuale crisi sanitaria legata alla pandemia da Covid-19. I dati della statistica pubblica definiscono lo scenario entro il quale ci muoviamo: il nostro Paese registra nel secondo trimestre del 2020 una marcata flessione del Pil; l’occupazione registra un calo di 841 mila occupati rispetto al 2019; diminuisce, inoltre, il tasso di disoccupazione a favore però di una vistosa impennata degli inattivi.
Analizzando il periodo maggio-settembre del 2019 e confrontandolo con lo stesso periodo del 2020 emerge che da un anno all’altro l’incidenza dei “nuovi poveri” passa dal 31% al 45%: quasi una persona su due che si rivolge alla Caritas lo fa per la prima volta.

Per capire quanto e se questo trend possa riferirsi anche a Tarquinia, abbiamo chiesto alla Caritas locale qual’è la situazione registrata nella cittadina:

Usualmente facciamo un censimento degli utenti tra Febbraio e Marzo di ogni anno. Nel 2019 avevamo 180 utenti e nel 2020 ne avevamo più di 200. Ad ogni distribuzione arriva sempre qualche nuovo iscritto. Da Marzo ne saranno arrivati una ventina in più,  perciò l’incremento può dirsi attorno al 20%.
Non è possibile individuare con precisione una categoria sociale più bisognosa di aiuto, perché dai documenti che chiediamo per l’iscrizione non risulta la loro occupazione, né tantomeno la chiediamo.

Come può fare una persona bisognosa di Tarquinia a rivolgersi alla Caritas?

Se qualcuno vuole essere aiutato da noi deve venire alla sede della distribuzione, che si trova presso la Chiesa della Santissima Trinità, all’Alberata Dante Alighieri, ogni 1º e 3º mercoledì del mese, dalle 15:00 alle 18:00. Occorre portare con sè l’isee; se la persona è idonea, viene iscritta; dovrà lasciare i suoi dati anagrafici e il numero di telefono per essere avvertito nel caso in cui qualche data di distribuzione dovesse variare.

Come può un cittadino effettuare una donazione per la Caritas?

Può portare una busta indirizzata a “Caritas Duomo” al parroco del Duomo, monsignor Rinaldo Copponi, in sagrestia tutti i giorni dalle 16:00, oppure portare generi alimentari non deperibili.

Mediapress ringrazia per la disponibilità la Caritas diocesana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *