Privacy Policy Un messaggio di speranza agli artisti: Patrizia Sacripanti dona un'opera all'Unione Musicale Civitavecchiese
giovedì , 21 Ottobre 2021
Home / Cultura / Un messaggio di speranza agli artisti: Patrizia Sacripanti dona un’opera all’Unione Musicale Civitavecchiese

Un messaggio di speranza agli artisti: Patrizia Sacripanti dona un’opera all’Unione Musicale Civitavecchiese

Patrizia Sacripanti, pittrice in rapida ascesa, ha oggi donato una sua opera all’Unione Musicale Civitavecchiese.

Ad accogliere la pittrice tarquiniese due pezzi da novanta della scena musicale locale (e non solo, vista la notorietà nazionale): Max Petronilli, vicedirettore della scuola, e Tiziano Leonardi.

L’opera, dal titolo “L’Energia della Maternità“, raffigura una donna con un infante in un turbinio di colori, che nel loro movimento definiscono le figure e descrivono intense emozioni.

A spiegare le motivazioni del gesto la stessa artista, Patrizia Sacripanti: “penso sia importante, in un momento così difficile, essere vicini a chiunque operi nel mondo dell’arte: musicisti, cantanti, performer, e tutte le professionalità che ruotano attorno a loro. L’Energia Della Maternità è un’opera che parla di nascita, di speranza, che spinge a guardare verso il futuro ed a pensarlo a colori. E’ proprio questo che auguro a tutti gli artisti della zona, a cui tutti noi dobbiamo stare più vicini“.

E la Sacripanti, protagonista di una cerimonia di consegna intima svoltasi nel pieno rispetto delle normative vigenti, ha tenuto anche a sottolineare l’importanza dell’Unione Musicale Civitavecchiese: “la Direttrice Rita Busato, assieme al Vice Max Petronilli, gestiscono una realtà che dà tanto all’intero circondario. Si tratta di artisti, ma ancor prima persone, sempre disponibili e professionali, e la loro attività di diffusione dell’arte è encomiabile. Questo gesto è teso appunto a ringraziare loro e gli altri splendidi artisti dell’UMC, tra cui, a titolo assolutamente non esaustivo, tengo a citare Tiziano Leonardi, Alessio Bonucci, Anthony Caruana“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *