Privacy Policy Tarquinia, Università Agraria: confronto educato nel Consiglio in diretta streaming - MediaPress
venerdì , 30 Luglio 2021
Home / Attualità / Tarquinia, Università Agraria: confronto educato nel Consiglio in diretta streaming
Pics-Art-12-09-08-24-10

Tarquinia, Università Agraria: confronto educato nel Consiglio in diretta streaming

Oggi il primo Consiglio Streaming dell’Università Agraria: educazione e rispetto nel confronto tra la maggioranza di Borzacchi ed il Consigliere Stella

Il primo Consiglio in diretta streaming dell’Università Agraria di Tarquinia si è tenuto oggi, visibile alla cittadinanza sulla pagina Facebook dell’Ente. Un Consiglio caratterizzato da educazione anche negli scontri d’opinione  sempre e comunque basati sul rispetto reciproco, e da una prevalenza dell’Assessore Alessandro Sacripanti, eletto de facto quasi a portavoce della maggioranza in contrapposizione alla “voce contraria” del Consigliere Sergio Stella.

Apre l’assise il segretario Marcello Marian, con il tema spinoso per eccellenza: quello dei conti.
Con il nuovo statuto i revisori dei conti diventano organo monocratico: non più un collegio, dunque, ma un singolo revisore. A tal proposito il segretario Marian parla della candidatura del dottor Aramini Caldari Tonioli, figura che già conosce l’Ente e dunque giudicata idonea anche vista la necessità di portare a compimento i conti consutivi 2017 e 2018 ed i bilanci 2019 e 2020 in corso di elaborazione, che si conta di approvare a breve.

Vota contrario a tale nomina il Consigliere Sergio Stella, che vede la scelta come una offesa per tutti i professionisti sul territorio. Secondo Stella era necessario fare un bando, non procedere chiamando professionisti al di fuori dei confini cittadini (come peraltro è modus classico dell’Amministrazione Borzacchi).

Alessandro Sacripanti replica che la scelta del nome del revisore viene da un lavoro dietro alle quinte certosino, e sottolinea come l’Ente stia operando riducendo al massimo le spese, facendo tutto quello che veniva fatto prima ma a costi estremamenti ridotti.

La discussione passa poi sulla proposta del Consigliere Stella di mettere a frutto le pinete dell’Ente commercializzandone i pinoli, cosa che secondo il Consigliere Sacripanti è inapplicabile, ed infine si conviene, anche su proposta del Vicepresidente Tosoni, che se il Consigliere Stella volesse presentare un progetto per la commercializzazione delle pigne o dei pinoli sarà vagliato.

Il Consigliere Ascenzio Benedetti incalza Stella dicendo che gli ettari delle pinete non sono 30, ma 200, richiamandolo ad informarsi correttamente prima di scrivere comunicati stampa. Segue un confronto tra i consiglieri Benedetti e Stella, in cui quest’ultimo sottolinea come il resoconto dell’azienda emesso nel 2020 non sia debitamente chiaro ed aggiornato, riportando dati inesatti e sommari.

 Ei Marcantonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *