Privacy Policy Tarquinia, scuole superiori: si torna in presenza ma cambiano gli orari. Non sarebbe il caso di rinunciare alla settimana corta? - MediaPress
giovedì , 29 Luglio 2021
Home / Attualità / Tarquinia, scuole superiori: si torna in presenza ma cambiano gli orari. Non sarebbe il caso di rinunciare alla settimana corta?
Pics-Art-12-09-08-24-10

Tarquinia, scuole superiori: si torna in presenza ma cambiano gli orari. Non sarebbe il caso di rinunciare alla settimana corta?

TARQUINIA – Scuole superiori, si torna in presenza ma cambiano gli orari. Due fasce di entrata, una alle 8:00 ed una alle 10:00 con lezioni che avranno termine alle 15:30.

Non è forse il caso, almeno quest’anno, di rinunciare alla settimana corta e tornare a scuola anche il sabato? Una domanda che poniamo a studenti, docenti e dirigenti.

Le novità sono state enunciate dal Sindaco Alessandro Giulivi che al termine del consiglio comunale ha letto una disposizione del Prefetto nelle quale è scritto a chiare lettere come “gli istituti scolastici di secondo grado dovranno rimodulare la propria organizzazione secondo i seguenti criteri:

  1. previsione di due fasce orarie di ingresso per gli studenti dalle ore 8:00 alle ore 10:00;
  2. limitazione delle percentuali di ingresso degli studenti al 60% nella prima fascia dalle ore 8:00 ed al 40% nella seconda fascia alle ore 10:00;
  3. previsione di due fasce orarie di uscita.

I Sindaci dei Comuni interessati potranno porre in essere ogni azione di supporto necessarie volte ad assicurare il rispetto delle normative vigenti volte al contenimento della pandemia dovuta al covid 19”.

Le misure dovranno essere adottate dagli enti, dagli istituti scolastici e dalle aziende interessate entro il 5 gennaio 2020. Nel caso questo non venga fatta verrà data comunicazione al Presidente della Regione. “Molti studenti – conclude il Sindaco- usciranno alle 15:30 ed avranno bisogno di un pasto. Quindi parlerò con la dirigente scolastica fornendole il supporto dell’Azienda Multiservizi”.

Una modifica repentina dunque per garantire le lezioni in presenza. Gran lavoro dunque per i dirigenti scolastici che in pochi giorni dovranno dirimere diversi nodi focali tra cui gli orari e i trasporti. Una soluzione potrebbe essere quella di allungare di un giorno la didattica, tornando a scuola anche il sabato.

Chissà cosa ne pensano dirigenti, docenti e studenti?

IMG-20201229-WA0012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *