Privacy Policy Scuole in dad: la Blasi polemizza e fa un appello al ripensamento
giovedì , 29 Luglio 2021
Home / Politica / Scuole in dad: la Blasi polemizza e fa un appello al ripensamento

Scuole in dad: la Blasi polemizza e fa un appello al ripensamento

Silvia Blasi polemica verso il Governo: “non ha a cuore la scuola!”.

La consigliera regionale di Tarquinia, che già in passato non ha avuto remore a prendere le difese delle famiglie sul tema scuola, ha infatti affrontato oggi, con una dichiarazione sulla sua pagina ufficiale, il tema della didattica a distanza.

La dad per la Blasi sarebbe stata avviata per tutti gli studenti del Lazio e per circa 7 milioni di studenti in Italia “nonostante l’assenza di evidenze scientifiche della diffusione del virus nelle scuole”.

E la Blasi cita direttamente l’Istituto superiore di sanità, che cita come “i bambini più piccoli, sembrano essere meno suscettibili all’infezione da SARS-CoV-2 rispetto ai bambini più grandi e agli adulti, il che sembra verificarsi anche per la variante B.1.1.7, la cosiddetta variante ‘inglese’, che manifesta un aumento cospicuo della trasmissibilità tutte le fasce di età. Ulteriori studi e approfondimenti sono in atto (fonte Oms/Ecdc)”

La Blasi ricorda a chi se lo fosse dimenticato come le misure adottate dal Governo Conte durante la seconda ondata abbiano permesso di contenere i contagi mantenendo le scuole aperte anche nelle regioni in fascia rossa. E, nel sottolineare ciò, la Blasi aggiunge anche come oggi la situazione sia molto diversa dato che sono ben avviate le vaccinazioni per tutto il personale scolastico.

Poi la Blasi si scaglia contro la politica: “E’ chiaro che la chiusura delle scuole mette d’accordo tutte le forze politiche perché è un provvedimento molto facile da adottare non richiedendo ristori, ma quale prezzo pagano studenti e famiglie in termini psicologici, sociali ed economici”

Insomma, il ciclone Blasi non le manda a dire neanche stavolta, e sulla scuola sembra proprio non mandare giù le chiusure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *