Privacy Policy Riflessioni in una sera di pioggia - MediaPress
domenica , 9 Maggio 2021
Home / Senza categoria / Riflessioni in una sera di pioggia

Riflessioni in una sera di pioggia

Inauguriamo con questo articolo la rubrica “Riflessioni”

Oggi, tra le 18:00 e le 19:00, ha iniziato a piovere. Una pioggia qualunque, con qualche tuono qua e là. Da qui nasce la nostra riflessione.

Via IV Novembre ha il suo bel marciapiede, dove i pedoni teoricamente potrebbero passare senza particolari problemi. E, invece, passarvi oggi equivaleva a farsi il bagno. Nel tempo di percorrere il tratto tra le scuole elementari ed il Piazzale Europa, 2 macchine su 3 giungevano a velocità tanto elevata da alzare una vera e propria onda di schizzi addosso ai pedoni, che, armati di solo ombrello, si trovavano bagnati dalla vita in giù per colpa di qualche piede troppo pesante sull’acceleratore.

La situazione di via IV Novembre è esemplificativa di quella di varie altre strade, a Tarquinia e nel resto d’Italia.

Ad oggi si parla tanto di tornare a città a misura di pedoni, di ridurre l’inquinamento, di creare infrastrutture adeguate a chi non voglia prendere sempre l’auto… ma, al di là di tutto, si pensa mai al rispetto del pedone?

L’accortezza, quando piove, di rallentare con l’auto quando si passa su grandi pozze e ci sono pedoni in prossimità, è forse qualcosa di assurdo?

Il rispetto per il prossimo passa anche da queste cose.

Oltretutto, con la pioggia diminuisce la visibilità, aumentano i tempi di frenata, si rischia l’aquaplanning: la velocità dovrebbe essere particolarmente moderata, specialmente nel centro abitato.

Accorciare i tempi di percorrenza di qualche decina di secondi, vale davvero la mancanza di rispetto perpetrata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *