Privacy Policy Pedaggio a pagamento. Il Comune scrive al ministero ed afferma: "Qualche settimana fa il Sindaco ha scritto a Sat ma la richiesta non è stata accolta". - MediaPress
venerdì , 30 Luglio 2021
Home / Cronaca / Pedaggio a pagamento. Il Comune scrive al ministero ed afferma: “Qualche settimana fa il Sindaco ha scritto a Sat ma la richiesta non è stata accolta”.

Pedaggio a pagamento. Il Comune scrive al ministero ed afferma: “Qualche settimana fa il Sindaco ha scritto a Sat ma la richiesta non è stata accolta”.

Pedaggio a pagamento sull’autostrada anche per i cittadini tarquiniesi: arriva la nota del Comune di Tarquinia

Questa la nota diramata dal Comune di Tarquinia

Il Comune scrive al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili sull’esenzione dal pagamento del casello autostradale “Tarquinia” per i residenti

Come già comunicato da Società Autostrade ai residenti che nel 2016 avevano richiesto l’esonero dal pagamento del pedaggio autostradale a fronte del protocollo d’intesa siglato da Comune e SAT, da oggi il passaggio dal casello di Tarquinia non sarà più gratuito.

Il sindaco Giulivi qualche settimana fa aveva scritto a SAT chiedendo una proroga del protocollo d’intesa almeno sino a quando l’autostrada tirrenica non fosse stata ultimata (tratta Rosignano – Tarquinia). Questo poiché ad oggi i cittadini di Tarquinia che si immettono nella Tirrenica in direzione Grosseto, o rientrano da Grosseto, sono costretti a pagare il pedaggio anche se, di fatto, percorrono solo qualche centinaio di metri di autostrada.

La SAT, alcuni giorni fa, ha risposto però alla richiesta del Comune sottolineando che: “il protocollo di cui sopra, nel fissare in cinque anni la durata del protocollo stesso, non prevedeva alcuna possibilità di un suo rinnovo e non prevedeva alcun collegamento tra il termine della esenzione e il completamento dell’autostrada”  

Dunque, pur condividendo le esigenze ed il disagio dei cittadini di Tarquinia, La SAT, trasmettendo per conoscenza al Ministero la nota inviata dal Comune, ha anche aggiunto che : “la Società, che peraltro versa in una situazione di grave incertezza sul piano concessorio, non può accogliere la richiesta avanzata da codesto Comune, salvo che il Ministero concedente non disponga diversamente”.

 

Piccola riflessione: Il Sindaco era stato informato diversi mesi fa proprio durante una conferenza stampa della criticità. Con la nota apprendiamo che ha scritto alla Sat qualche settimana fa. Come mai non è stata divulgata la risposta della Sat ed i cittadini hanno dovuto apprendere il tutto da una mail inviata dalla società che gestisce l’autostrada? E come mai la richiesta al Ministero arriva dopo che oramai i cittadini sono costretti a pagare non potendo usufruire di una viabilità alternativa adeguata? Domanda che aspettano risposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *