Privacy Policy Calcio dilettantistico e contagi: i protocolli delle Asl sono adeguati?
martedì , 2 Marzo 2021
Home / Sport / Calcio / Calcio dilettantistico e contagi: i protocolli delle Asl sono adeguati?

Calcio dilettantistico e contagi: i protocolli delle Asl sono adeguati?

E’ da poco terminata la diretta dello sport di Mediapress con la trasmissione “La Domenica Dal Campo”. Ilias Brodolini e Fabrizio Ercolani, in connessione con numerosi corrispondenti in diretta dai campi, hanno raccontato le partite giocate.

Ma oltre a goal, falli e cartellini c’è stato di più.
Il discorso non poteva che tornare su quel solco già delineato nel corso della settimana dall’opion leader Francesco Montesi, sull’opportunità o meno di giocare e sulle problematiche legate all’ombra del Covid.
A parlarne due “opinionisti” d’eccezione: i giornalisti Fabrizio Ercolani (Mediapress) e Giovanni Pimpinelli (TRC).

Gli interrogativi con cui apre Ercolani sono chiari:

Ha senso continuare il campionato in questo modo? Dov’è la sicurezza degli atleti? Dov’è la sicurezza delle società? I protocolli sono adatti?

Gli fa eco Pimpinelli, aprendo ad una problematica importante:

E’ un campionato quasi in mano alle Asl, che dipende da come queste agiscono territorialmente

Ercolani con sgomento fa’ notare come circa 100 persone siano in isolamento fiduciario per una partita di livello dilettantistico, ed afferma senza esitazione:

Se vogliamo andare avanti i protocolli non possono essere questi! Non può funzionare in una Asl in una maniera ed in un’altra Asl in altra maniera ancora!

Pimpinelli sottolinea al proposito un altro paradosso: per i giornalisti ci sono 14 pagine di protocollo per poter fare una diretta calcistica in loco, mentre per una società circa 6 pagine, e, citando quanto riferito dai presidenti di alcune squadre, fa’ notare come non si sappia di preciso come muoversi in caso emerga il contagio di un giocatore.

Sull’eventualità di un blocco del campionato, Pimpinelli crede ci sia da vedere principalmente quanto deciderà il Governo in merito e la situazione dei contagi a livello nazionale. Per il giornalista di TRC la vera domanda è cosa fare in caso di interruzione: quando si potrà riprendere? Come si potrà riprendere?

Torna sulla vena polemica Ercolani, affrontando il problema della promiscuità e rivolgendosi alla Federazione:

con la regola degli under nei campionati dilettantistici ci saranno necessariamente ragazzi che frequenteranno la scuola e faranno anche attività sportiva: ed un caso di Covid può emergere.
Secondo me la Federazione ha sbagliato: il discorso degli under è molto pericoloso.

Pimpinelli sottolinea come poi i giovani possano potenzialmente trasmettere il virus a parenti, vicini di casa, categorie insomma ben più a rischio di loro. Per arginare i rischi sia sanitari che economici occorre capire bene come gestire le situazioni con tempestività e logica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *