Privacy Policy Tarquinia - il food trend dell'inverno? Una sfida tra cavoli - dicci la tua 😋
giovedì , 21 Ottobre 2021
Home / Rubriche / Tarquinia – il food trend dell’inverno? Una sfida tra cavoli

Tarquinia – il food trend dell’inverno? Una sfida tra cavoli

Il cavolo rapa di produzione tarquiniese: non esattamente il primo ortaggio che viene in mente pensando alle produzioni locali. Eppure si tratta di una verdura assolutamente eccezionale e versatile, che nel nostro territorio cresce benissimo.

A rendere “stilosa” a mezzo social questa delizia tarquiniese l’azienda agricola di Alessio Barucca, che ne parla come segue.

Cavolo Rapa. 
Lo avete visto spesso al mercato ma non avete idea di come impiegarlo per le vostre ricette?
Vi spieghiamo come cucinarlo.

Cucinare il cavolo rapa, è molto più semplice di quanto si potrebbe pensare. Difatti, questo tipo di cavolo può essere consumato sia crudo, tagliato a listarelle sottili (foglie comprese) che cotto. Non è solo il bulbo a essere commestibile, ma anche le foglie, ricche di ferro.

Il cavolo rapa, che è una varietà di Brassica oleracea, ha un sapore simile a quello dei ravanelli, e ha molte proprietà ed elementi nobili, tra cui il fosforo, oltre che un quantitativo elevato di vitamina C e poche calorie.

Potete utilizzarlo per preparare mille piatti sfiziosi, o solo per delle insalate o contorni di grande gusto.

Se il cavolo rapa tarquiniese vi incuriosisce, siamo certi che vi lascerete conquistare anche da un altro trend di questo 2020 all’insegna del km0: il cavolo spigariello!

E’ conosciuto anche come Broccolo Riccio a Getti di Napoli; in Campania tutti lo chiamano “Menestra Nera”, ma a Tarquinia potremmo semplicemente definirlo l’antagonista del “cugino rapa” in questa sfida a colpi di verdure autunnali!

A parlare dello Spigariello made in Azienda Borzacchi è il ristorante Namo:

Oggi si cucina lo Spigariello. Una varietà di cavolo dal gusto intenso, una via di mezzo tra il broccolo e il cavolo nero, dolce e profumato. Già conosciuto ai tempi degli Etruschi e dei Romani. Resistente al freddo e alle bassissime temperature, è l’ingrediente giusto per scaldarvi in Inverno.
Ho voluto provarlo a mo’ di zuppa con il classico battuto di lardo e cipolla, aggiungendo fagioli borlotti e rape bianche.

Insomma, una sfida social tra cavolo rapa e spigariello: quale tra queste due verdure sarà più amata nella stagione fredda tarquiniese?


 Autopiù


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *