Privacy Policy #Covid: la riflessione di Tommaso Stefani sugli investimenti pubblici mancanti
domenica , 24 Ottobre 2021
Home / Attualità / #Covid: la riflessione di Tommaso Stefani sugli investimenti pubblici mancanti

#Covid: la riflessione di Tommaso Stefani sugli investimenti pubblici mancanti

Un punto di vista particolare, ma di sicuro interesse, quello proposto dal tarquiniese Tommaso Stefani (Fronte Sovranista Italiano) sui mancati investimenti pubblici e/o azioni che sarebbero stati necessari per affrontare opportunamente il periodo corrente.

Dalla riflessione di Stefani è possibile porre delle domande anche a livello locale:

Leggete quanto scritto dal giovane concittadino sulla situazione generale e poi diteci la vostra!

In una situazione nella quale ci dicono che sarebbe opportuno il distanziamento fisico, ciò non è possibile perché non ci sono abbastanza mezzi pubblici e quindi le persone (studenti e lavoratori) sono costretti ad ammassarsi come animali nei carri bestiame.

Sono passati sette mesi e Governo e Regioni non hanno fatto nulla a parte dannoso allarmismo: non hanno acquistato nuovi mezzi pubblici, non hanno predisposto un piano tamponi adeguato (secondo il virologo Crisanti almeno 400mila al giorno) non hanno assunto o stabilizzato nuovo personale sanitario, non hanno potenziato e riorganizzato la medicina di base per evitare che si intasassero gli ospedali, non hanno approntato strutture esterne per far trascorrere la quarantena ai positivi asintomatici che non possono rientrare a casa (e che quindi in molte zone vengono costretti a stare nei nosocomi occupando preziosi posti letto), devono ancora fare i lavori per l’aumento delle terapie intensive (che partiranno, se tutto va bene, a fine ottobre).

In compenso hanno di fatto sospeso le cure sanitarie per tutte le altre malattie, costringendo la gente ad andare dal privato (per chi se lo può permettere).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *