Privacy Policy Atti vandalici alla Civita - MediaPress
domenica , 25 Luglio 2021
Home / Ambiente / Atti vandalici alla Civita
L'Assessore Alessandro Sacripanti (sullo sfondo, il segretario Marcello Marian ed il Presidente Sergio Borzacchi)

Atti vandalici alla Civita

Atti vandalici ai cartelli informativi sulla raccolta dei funghi nella zona della Civita: a darne l’annuncio l’Assessore dell’Università Agraria Alessandro Sacripanti.

A dire il vero la situazione alla Civita non è delle migliori: pochi cartelli di indicazione, una strada di accesso che presenta vari dissesti, cartelli turistici in vari casi illegibili, area pic-nic in condizioni non proprio ottimali. Uno scenario di abbandono quasi “favorevole” per i vandali che hanno propinato tali azioni.

Ad ogni modo, la situazione generale non dipende certo dal mandato dell’Assessore Sacripanti, peraltro nominato tale solo da poco tempo, che si occupa nello specifico di ambiente e che segue in prima persona tutto ciò che riguarda il mondo micologico.

Riferisce Sacripanti:

In questi giorni sono state rotte e piegate da alcuni vandali le tabelle poste agli accessi e nell’intera recinzione della Riserva a Pian della Regina. Un gesto che chi ha commesso, pensa di poter legittimare la raccolta ai non autorizzati, questo non ci fermerà assolutamente. Infatti stiamo facendo fare delle nuove tabelle più resistenti. La Civita è patrimonio di tutti, un gioiello archeologico di grande importanza ambientale, ma la raccolta dei funghi all’interno dell’area è riservata ai tarquiniesi utenti autorizzati. Gli organi di Vigilanza ambientale e i Carabinieri Forestali che ringraziamo per il loro lavoro saranno attenti al rispetto delle regole, non possiamo farci rovinare da gente incivile il nostro parco naturale.

Un commento

  1. Questo è assolutamente vero, non possiamo far distruggere il nostro territorio da questi invivili che usufruiscono delle nostre ricchezze terriere.
    Secondo il mio modesto parere penso che siamo l’unico Comune che ormai è tutto “uso Civico” e invaso da persone che vengono a “divertirsi” dicono loro, io invece dico a distruggere e sporcare il bene prezioso che abbiamo. Ormai vengono gruppi di moto da altre province tutti i Weekend, grupponi di jeep da Roma, devastatori di ogni bene commestibile a caccia di funghi, lumachelle che portono via con i sacchi….
    Tutti i Comuni ormai hanno i cartelli di divieto ai mezzi a motore e regole rigide. Non sarebbe ora di dare una stretta a questi massacratori del territorio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *