Privacy Policy Ad Allumiere le elementari sono di nuovo realtà - MediaPress
domenica , 9 Maggio 2021
Home / Prima pagina / Ad Allumiere le elementari sono di nuovo realtà

Ad Allumiere le elementari sono di nuovo realtà

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Allumiere- Dopo cinque anni di stand by, la scuola elementare di Allumiere riapre i battenti e, lunedì prossimo alle 10, si svolgerà la cerimonia di inaugurazione del plesso di Piazza Turati. Alla presenza del vescovo, Luigi Marrucci, del senatore Bruno Astorre, del vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, dell’assessore regionale Mauro Antonelli, dei consiglieri regionali David Porrello, Gianluca Quadrana, Michela Califano e Marietta Tidei, del capo segreteria del presidente del consiglio, Paolo Bianchini, di alcuni rappresentanti di Enel Spa e della presidente della Fondazione Cariciv, Gabriella Sarracco, il sindaco Antonio Pasquini taglierà il nastro inaugurale dell’ edificio, nuovamente agibile dopo un iter lunghissimo, per riconsegnarlo agli alunni della scuola primaria e alle loro docenti.

Come noto, l’immobile era rimasto chiuso dall’aprile del 2014, a seguito del crollo di un controsoffitto che aveva reso la struttura pericolante. Da allora, per questioni per lo più burocratiche e per vari intoppi verificatisi in itinere, con tanto di cause legali ancora in corso, la scuola primaria si era dovuta trasferire a via del Faggeto insieme all’infanzia e alla secondaria di primo grado, in una situazione di sovraffollamento che andava assolutamente risolta. Non a caso, nel proprio programma elettorale, la lista Pasquini aveva messo la questione scuola tra gli obiettivi prioritari, doppiando il traguardo dopo due anni di febbrile attività in sinergia con la Regione Lazio e la Sovrintendenza.

“Siamo orgogliosi – ha dichiarato entusiasta il sindaco – di questo importante traguardo. Era doveroso per noi mantenere questa promessa elettorale, perché ogni promessa è un debito. Finalmente, dopo anni di stallo, la scuola è di nuovo agibile e, sopratutto, è stata restituita alla collettività. Ora ciascun ordine scolastico potrà avere i propri spazi e lavorare con la massima serenità, ciascuno in un assetto sicuro e accogliente. Ringrazio gli assessori che mi hanno supportato in questo non semplice iter, Brunella Franceschini(alla cultura e alle pari opportunità), Tiziana Cimaroli (alla pubblica istruzione, Luigi Artebani (al personale) e Manrico Brogi (ai lavori pubblici), ringrazio il dirigente scolastico, Laura Somma, per la preziosa collaborazione e i tanti docenti che hanno creduto in noi. A loro e ai nostri alunni, auguro buon lavoro e buon inizio anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *