Privacy Policy 13 lampioni spenti in un parcheggio: il servizio pubblico nel 2020
domenica , 25 Luglio 2021
Home / Attualità / 13 lampioni spenti in un parcheggio: il servizio pubblico nel 2020

13 lampioni spenti in un parcheggio: il servizio pubblico nel 2020

Un tempo c’era il servizio pubblico: costoso, si, ma assolutamente efficiente. Oggi, purtroppo, le tasche dei contribuenti continuano a pagare, ma l’efficienza nella gestione dei servizi di uso comune sembra essere solo un lontano ricordo.
E’ con questa premessa dai toni un po’ sovranisti che affrontiamo il problema di oggi: quello dell’illuminazione pubblica.
Da giorni continuiamo a segnalare intere zone di Tarquinia al buio per uno o più giorni, e dai commenti che ci avete lasciato, oltre che dalle email che ci avete mandato, davvero avremmo avuto spazio per scrivere altri 3 o 4 articoli di denuncia.
Eppure oggi abbiamo deciso di affrontare un problema correlato: quello delle zone di ombra nelle aree pubbliche.
Si, perchè se è vero che un’intera zona al buio desta clamore, qualche lampione spento passa quasi inosservato. A seguito delle vostre segnalazioni, però, siamo andati a verificare la situazione in alcune zone nevralgiche di Tarquinia. E’ emerso allora come al parcheggio della Barriera San Giusto siano ben 13 i lampioni spenti o non funzionanti, con zone d’ombra importanti specie nell’area che fino alla scorsa settimana ospitava i parcheggi bianchi.

Va’ meglio al parcheggio accanto alle scuole Corrado e Mario Nardi, dove sono 4 i lampioni spenti o non funzionanti, a cui se ne somma uno a funzionamento intermittente.

Bandiera nera per il parcheggio accanto alle scuole Dasti: l’illuminazione a raso presente dal lato opposto alla strada è quasi completamente spenta (funzionano solo i lampioncini ai due margini del parcheggio).

Insomma: non solo si sussegue il buio in zone diverse della cittadina, ma anche laddove l’illuminazione c’è, non sempre tutto funziona a puntino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *